.
Annunci online

ARTICOLO31
NOTIZIE E CAZZATE (SOPRATTUTTO CAZZATE) SUL 31ESIMO ARTICOLO


Diario


6 giugno 2004


LEGALIZED!!! FREEE!!!

 

 

 




permalink | inviato da il 6/6/2004 alle 20:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


17 maggio 2004


GRAZIE AL GRANDE SUCCESSO,

LA MIA RAGAZZA MENA

(BAGGIANA'S VERSION)

è ANDATA IN RISTAMPA, MA IN UNA VERSIONE

PUGLIESE!!!!

P.S. GRAZIE DEL GRANDE SOSTEGNO

RAGAZZI,

PRESTO SAREMO SU RADIO "DEEGAY" !!!

ECCOLA QUA DI SEGUITO!!!

"LA MIA RAGAZZA è IVENAAAAA

IL NEGRO LA RIPIENAAAA

IL CULO NN CE L'HA + STRETTTT

GLIEL'HANNO FATTO A FETTTT

MARONNA BENEDETTTT !!!!!"




permalink | inviato da il 17/5/2004 alle 12:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


15 maggio 2004


                     SERVIZIO DI

ARTICOLO31.ILCANNOCCHIALE.IT!

SE VOLETE TUTTE LE FOTO CHE HO DEGLI UTENTI DELLA CHAT

D ART31.COM, I FOTOMONTAGGI ECC ECC, POSTATEMI QUA

SOTTO LA VOSTRA MAIL... E RICORDATEVI DI FARE POSTO

NELLA MAIL, IL TUTTO è GRANDE POCO + DI 4 MEGA!!!

BONAAA!!! BAGGIANA FOREVER!!!




permalink | inviato da il 15/5/2004 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


29 aprile 2004


NON IMPORTA SE COMMESSE O MODELLE

CERTE DONNE SI FARANNO GIOCO DI TEEE

TRATTALE TUTTE DA PUTTANELLE

E CHIAVERAI PER TREEEEE!!!

"I CONSIGLI DI UN PIRLA" (SPAGO REMIX)

 




permalink | inviato da il 29/4/2004 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


14 aprile 2004


ECCO ALCUNE FOTO DEL

LIVE DI FIRENZE AL PALASPORT

(5/4/2004)!!!



 



 



 



 



 



 



 



 



 



 

 

"L'ITALIANO MEDIO"                                  


 


 


 


 


 


 


 

 




permalink | inviato da il 14/4/2004 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 aprile 2004


ITALIANO MEDIO (ARTICOLO 31

Io mi ricordo collette di natale
Campi di grano ai lati della provinciale
Il tragico Fantozzi la satira sociale
Oggi cerco Luttazzi e 
Non lo trovo sul canale
Comunque sono un bravo cittadino 
Ho aggiornato suonerie del telefonino
E un bicchiere di vino con un panino
Provo felicità se Costanzo fa il trenino
Ho un santino in salotto
Lo pregio così vicino all’enalotto
Ho Gerry Scotti col risotto ma è scotto
Che mi diventare milionario come Silvio
Con il giornale di Paolo e tanta fede in Emilio
Quest’anno ho avuto fame ma per due settimane
Ho fatto il ricco a Porto Cervo… che bello!!!
Però mi ricordo collette di natale
Campi di grano ora il grano è da buttare
M’importa poco ora io vado al centro commerciale
E il mio problema è solo dove parcheggiare

RIT. Ohoo ohoo 
Ma a me non me ne frega tanto
Ohoo ohoo
Io sono un italiano e canto
E datemi Fiorello e Panariello alla tv
Sono l’italiano medio, nel blu dipinto di blu

Io sono un bravo cittadino onesto
Bevo alla mattina un bel caffè corretto
Dopo cena il limoncello in vacanza la tequila
La gazzetta d’inverno e d’estate novella 2000
Che bella la vita di una stella
Marina o Martina o quella della velina
La mora o la bionda è buona e rotonda
Finchè la barca va finchè la barca affonda
E intanto sto perdendo sulla patente il punto
E un’auto blu mi sfreccia accanto 
Che incanto…

RIT. Ohoo ohoo 
Ma a me non me ne frega tanto
Ohoo ohoo
Io sono un italiano e canto
Non togliermi il pallone e non ti disturbo più
Sono l’italiano medio, nel blu dipinto di blu

Ma spero che un sogno così non finisca mai più
Mi voglio svegliare mai più
Ti voglio far vedere
Che sono proprio un bravo cittadino
Ho il portafoglio di Valentino
E l’importante è quello che ci metto dentro
Vado contro il vento a sinistra a destra
Sabato in centro fino a consumare le suole
Ballo canzoni spagnole così non mi sforzo
A seguire le parole e penso a fare l’amore
Alla villa di Briatore alla nonna senza
Ascensore alla donna del gladiatore
A qual è il male minore l’onore sua eccellenza
Monsignore e ancore baciamo la mano
Che bel miracolo italiano

RIT. Ohoo ohoo 
Ma a me non me ne frega tanto
Ohoo ohoo
Io sono un italiano e canto
E datemi Fiorello e Panariello alla tv
Sono l’italiano medio, nel blu dipinto di blu

RIT. Ohoo ohoo 
Ma a me non me ne frega tanto
Ohoo ohoo
Io sono un italiano e canto
Non togliermi il pallone e non ti disturbo più
Sono l’italiano medio, nel blu dipinto di blu




permalink | inviato da il 14/4/2004 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 aprile 2004


ALTRI FOTOMONTAGGI

CE NE SONO ALTRI, MA NON LI HO MESSI VOLUTAMENTE X EVITARE PROBLEMI DI SOPRAVVIVENZA AL MIO BLOGGHETTINO (NN CHE ABBIA PAURA DI RITORSIONI MAFIOSE O QUERELE D IVANASS, C MANCHEREBBA ALTRO  ) è SOLO CHE I GESTORI DI QUESTO SITO...DICIAMO CHE "MI VOGLIONO BENE".... IN SENSO IRONICO... E QUINDI EVITO.... X CHI VOLESSE VEDERLI.... PUò RIKIEDERLI NEI COMMENTI A  QUESTO POST, E GLI SARANNO INVIATI LASCIANDO LA MAIL....




permalink | inviato da il 14/4/2004 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 aprile 2004


...ECCOCI QUA...




permalink | inviato da il 11/4/2004 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
FOTOMONTAGGI!!!!
IL VERNACOLIERE!!!
COLLABORAZIONI DEGLI ARTICOLO
SERATE

VAI A VEDERE

OMAGGIO A FIRENZE
IL MIO PRIMO BLOG
OMAGGIO A VASCO (IL MIO BLOG)
BLOG DE IL TRIO
IL SITO DE IL VERNACOLIERE
ALBUM E TESTI


BY

SPAGO

 

NESSUNO

Piacere io sono Nessuno nei miei giorni pesi tu non mi vedevi. Non ero nella lista degli attesi. Vengo da una generazione di disillusi. Dal video lesi educati ad essere ambiziosi e poi scaricati a terra tipo pesi, di zavorra da una mongolfiera, ma ora è la mia era, uscito dall'anonimato con la sensazione di un evaso da galera. Una prigione di ignoranza a cui un tribunale occulto mi diede l'ergastolo, ma io riscrissi il mio capitolo. Edora mi conosci. J.Ax, quello degli Articolo.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Tu giornalista, che ora mi insegui per lo scoop, ti ricordi ? Quando venni da te a parlarti, eri occupato troppo dal tuo pop. Trovasti solo il modo di screditarmi senza nemmeno prima ascoltarmi e tu musicista, che ora copi il mio sound. Quando prima dicevi che l'hip-hop non era musica. Adesso sembri un imitatore povero clown un pugile che sul mio ring va giù al primo secondo del primo round, mi fa venire il down. Il ricordo di zero possibilità offerte dopo il mio diploma. Vedevo gente fare strada grazie ad un amaro e un bagnoschiuma. Sono solo fatti miei. Ma io sono la prova che non ho fatto strada grazie alla mia faccia, tipo Raoul Bova. Vedevo attori prendere premi, grazie ai cognomi, attrici e vallette presentarci andare avanti a pompini. Io col cognome contadino e zero attitudine al pompino timbravo il cartellino e quale oro, aveva la merda in bocca il mio mattino e adesso che persino ho girato le strade di New York in limo. Chiedimi chi sono e ti risponderò: Nessuno.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Mi hanno cresciuto riempiendomi le orecchie di cazzate. Il professore, il televisore, il politico, il prete. Uno per uno tutti a fare in culo, angeli bugiardi, esempi di virtù di 'sta gran fava, ultimi dei servi. Il professore mi diceva di studiare il televisore di comprare il politico di votare il prete di pregare, io ho studiato votato ho persino pregato, non ho potuto comprare e alla fine ho visto premiato solo chi ha comprato. Fanculo. Mi sono fatto una strada solo perchè l'alternativa era girare, fatto per strada,  e comunque, resto sempre fuori dall'ambiente, preferisco la mia gente, dello Star System sono il latitante, sono stato maltrattato e tra le conseguenze, c'è che ho il rancore, con un danno permanente, che costantemente, cresce anche, quando leggo sui giornali le dichiarazioni, di critici o cabarettisti musicisti che ci danno dei minchioni, il fatto è che sono politicamente non corretto, fuori dal giro di San Remo ma anche dall'ambiente alternativo antipatico ed entrambe le parti con conseguente effetto, anti divo, il danno che mi fanno è nullo, mi considero un reietto, da quando sono vivo, ora voglio divertirmi, fratelli continuate ad amarmi, bastardi continuate ad odiarmi, guardatemi mangiarmi tutto il cibo che non volevate darmi. Nessuno ero Nessuno sono quindi se ti chiedono chi è stato risponderai Nessuno ed io sarò salvato.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.
Tutti gli occhi addosso a Nessuno. Ognuno si sente il diritto di dirci chi siamo, che facciamo, quando e come sbagliamo. Tante voci che mi sembra di uscire pazzo. Volete che mi tolga di qui? 'Sto cazzo. Tutti quelli che sentirai sputarci merda addosso è prechè vorrebbero il nostro posto e se non ho risposto è prechè piuttosto preferisco studiare per andare più in alto e su questa tesi interagisco tra le rime e il disco tra il vero e il falso tra una carezza e un calcio tra una bestemmia e un salmo tra la strada e il palco e al televisore toccherà comprarmi il professore dovrà studiarmi il politico dovrà temermi prete la mia generazione non è da oratorio per la religone non ci serve intermediario puoi dimenticarmi scattano gli allarmi perchè sarò la voce di tutti quei Nessuno che voce non hanno. Cambierò la parte ad ogni ruolo che mi assegneranno, non m'inquadreranno e tanto meno capiranno, e se mi fermeranno, frega un cazzo tanto l'ho già fatto il danno. 600.000 persone mò c'hanno in casa le prove che qualsiasi Nessuno può accecare il suo ciclope.
Io sono Nessuno e rappresento tutti quei Nessuno che mi stanno
intorno. Persi in una routine uguale giorno dopo giorno. Sconvolti sul limite estremo. Per tutti i Polifemo, che primo o poi ti accecheremo.

CERCA